PROTOCOLLO CONTINUITÁ

 

La Scuola Secondaria di I° grado “Mavarelli- Pascoli”, nell’ambito della continuità, promuove attività ed iniziative per garantire agli alunni un passaggio quanto più sereno dalla Scuola Primaria alla Scuola Secondaria di I° grado.

– Periodiche riunioni della commissione

Nel corso dell’intero anno scolastico sono previsti incontri periodici tra le Commissioni Continuità dei due ordini di scuola per discutere e concordare interventi condivisi.

– Assemblea con i genitori degli alunni delle classi quinte

In prossimità delle iscrizioni (dicembre/gennaio), il Dirigente Scolastico presenta il P. T. O. F., illustra le attività a genitori e alunni delle classi quinte permettendo una prima conoscenza della Scuola, con la possibilità di chiarire direttamente eventuali dubbi e curiosità.

– Scuola aperta

Nei mesi di febbraio e marzo gli alunni delle classi quinte, accompagnati dai loro insegnanti, si recano presso la Scuola Secondaria di I° grado per visitarla e partecipare ad attività laboratoriali accuratamente predisposte.

–  Passaggio informazioni

Nel mese di maggio sono previsti incontri con i docenti delle classi quinte al fine di acquisire informazioni utili sui percorsi attuati e sui risultati raggiunti da ciascun alunno (Scheda di raccordo).

Ciò facilita la formazione di classi  omogenee tra loro ed eterogenee  al loro interno.

Inoltre la conoscenza della personalità dell’alunno e dei suoi punti di forza e di debolezza consente ai docenti della Secondaria di adottare, fin dai primi giorni di scuola, metodologie e strategie più adeguate.

– Attività di accoglienza classi prime

A settembre, nei primi giorni di scuola, vengono svolte specifiche attività, contemplate nel Progetto Accoglienza, per facilitare l’inserimento degli alunni nel nuovo contesto scolastico.

 

PROGETTO CONTINUITÀ

A.S. 2015-2016

PREMESSA

Il Progetto Continuità nasce dall’esigenza di garantire all’alunno un percorso formativo integrale e unitario che valorizzi le esperienze e le conoscenze acquisite. In questo modo l’allievo riesce a dare senso e significato a quello che va imparando.

La Continuità può realizzarsi solo con una progettualità comune che, partendo dall’analisi dei bisogni fondamentali e dei desideri dei bambini/preadolescenti, si sviluppi attraverso attività condivise a livello metodologico e cognitivo.

Continuità, certo, non significa cancellare le differenziazioni e le specificità dei vari ordini di scuola, ma creare un contesto idoneo a promuovere la conquista dell’autostima, dell’identità e dell’autonomia e garantire il successo formativo di tutti gli alunni.

 

Destinatari Alunni delle classi quinte della Scuola Primaria

Alunni delle classi prime della Scuola Secondaria di I grado

Soggetti Coinvolti

–        Dirigente Scolastico

–        Docenti Funzione Strumentale

–        Commissione Continuità

–        Coordinatori/docenti classi prime

–        Docenti di Arte e Francese

–        Docenti della Scuola Primaria

Finalità Favorire il successo formativo attraverso un percorso integrale e unitario.
Obiettivi

–       Accogliere gli alunni nel passaggio dalla Scuola Primaria alla Scuola Secondaria di I grado perché possano vivere bene, fin dall’inizio, la futura esperienza scolastica.

–       Favorire la socializzazione attraverso momenti di interazione educativo-formativa di carattere laboratoriale.

–       Promuovere azioni che rispondano ai bisogni e ai desideri degli alunni, valorizzando esperienze, conoscenze, abilità, competenze, modalità di apprendere.

Attività proposte

–       Programmazione di attività di accoglienza (Progetto Accoglienza)

–       Incontri fra i docenti al fine di favorire la conoscenza e l’inserimento dei nuovi alunni (dicembre – maggio)

–       Incontri del Dirigente scolastico con i genitori al fine di illustrare il POF

–        “Studente per un giorno” – laboratori disciplinari di Arte e Immagine e lingua Francese per gli studenti delle classi quinte di Umbertide

–       Continuità musicale: partecipazione degli alunni delle classi quinte al concerto di Natale.

 

Umbertide, 21/10/2015                                                                                                                        le Funzioni Strumentali

                                                                                                                                                        Anna Rita Belmonti    Claudia Picottini