MONASTERO DI S.CHIARA

Vita di una Clarissa : suor Damiana

VITA di una Suora

Ha sempre incuriosito tutti sapere cosa fa una suora; come passa il suo tempo; come si dipana l’arco della giornata di una consacrata. Ebbene, abbiamo vinto le reticenze e siamo andate a intervistare una suora vera: Suor Damiana, che vive in clausura presso le Clarisse di Montone.

Com’è la sua giornata tipo?

“La mia giornata inizia con la sveglia alle 6:00 e alle 6:30 c’è la preghiera del mattino che finisce alle 8:30; subito dopo c’è la colazione che è un momento di condivisione.

Dalle 8:30 ognuno fa le proprie attività e alle 12:00 è momento di preghiera alle 13:00 ce il pranzo

Poi c’è un tempo di riposo fino alle 15:30 poi c’è la preghiera e il rosario fino alle 16:30.

Fino alle 18:00 ogni clarissa coltiva il proprio hobby. Alle 18:00 andiamo a messa, dopo di che abbiamo un momento di riflessione e infine abbiamola cena.”

Com’è il processo che porta all’emissione del “voto” definitivo?

“Chi sceglie di diventare suora deve fare un percorso:

Innanzitutto fare un’esperienza più da vicino di quello che si andrà a fare e a vivere. Per due anni resta in monastero per vivere la vita delle suore con una sorella più anziana che la monitora ,il secondo anno la ragazza può scegliere di restare in monastero oppure dire che quella non è  la vita giusta e andarsene . Poi, dopo i due anni, se la ragazza sceglie di rimanere in monastero ci sono altri due anni in cui fa la prima confessione (che è già un gran passo e dice che ha deciso di rimanere per sempre). Solo alla fine di un lungo discernimento ci sono i voti definitivi”

Quali sono i motivi per cui una suora di clausura può uscire dal monastero?

“I motivi per cui possiamo uscire dal monastero sono: per andare dal medico, dal dentista, per andare a fare le analisi o per votare, oppure per andare su altri monasteri o case di preghiera”.

Che cos’è la “ruota”?

 “La ruota è un macchinario di comunicazione quando le grate erano fisse e servivano per mandarsi cibo e a volte le famiglie povere davano il neonato al monastero”.

Cosa l’ha spinta a farsi suora?

“Io ero un’infermiera, ma sentivo di voler aiutare le persone in modo spirituale; allora sono andata a Spello e sono diventata suora e dato che suor Angela stava male sono andata ad aiutarla e sono rimasta a Montone.”

Qual è la suora più anziana qui a Montone?

“La suora più anziana è suor Celina che ha ben 83 anni.”

Quali sono i vostri compiti durante l’anno?

“La nostra è una vita semplice. Facciamo i rosari, i quadretti, le bomboniere, i crocifissi, l’orto e le pulizie. Questo ci basta per sentirsi a posto con la nostra coscienza e di fronte a Dio”.