MOLTE DOMANDE PER UNA STORIA

Nei giorni scorsi abbiamo scoperto dei giocattoli diversi,  non si possono comprare, si  usano ovunque, con qualunque tempo, ce ne sono di vecchi, di nuovi,  sono innumerevoli e gratis sono … le PAROLE.

PRIMO GIOCO

La maestra faceva delle domande : chi? Dove? Cosa faceva? Quando? Perché;ogni

bambino scriveva la propria risposta nel foglio che poi veniva piegato per nascondere la risposta e  passato al compagno successivo.

Così sono state create delle mini-storie veramente esilaranti.

Ve ne racconteremo alcune:

Un cane nel prato studia la letteratura in estate perché voleva andare a caccia.” Una babysitter a scuola dorme durante tutta la lezione perché voleva leggere il giornale.”

Altro gioco linguistico:

PAROLATORIO

Da una parola presa dal vocabolario, noi ragazzi dovevamo ideare e scrivere una storia con la parola data per esempio (PEDISSEQUO.)

“C’erano una volta due libri gemelli. Tutti li chiamavano PEDISSEQUI ,loro pensavano che fosse un’offesa quindi decisero di andare dal Grande Dizionario,  il Padre di tutti i libri. I due libri gli chiesero se potevano cercare la parola pedissequo e quando la trovarono capirono che non era un’offesa ma …

A VOI LETTORI IL PIACERE DI  SCOPRIRLO! “